Ricerca Immobili
Living in valdorcia real estates in tuscany
Via Francigena: una risorsa per la Valdorcia
giovedì 28 gen 2016 Alle ore : 17:57

Viandanti moderni sulla Via Francigena Il Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco unito ad il trekking, un “nuovo” modo di fare turismo, tornato alla ribalta negli ultimi anni e che ha spinto il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini a proclamare il 2016 Anno Nazionale dei Cammini. Due eventi legati dalla forte connessione che il viaggio spirituale sa offrire e che potrebbero dare una svolta decisiva allo sviluppo della Via Francigena, grazie anche al concetto di turismo sostenibile e degli itinerari culturali in Italia.
Un percorso di pellegrinaggio affascinante, dunque e un itinerario culturale legato alla Via Francigena, che, tra passato e presente, ha mantenuto un ruolo importante.
Il trekking sulle vie dei pellegrini che attraverso il famoso Cammino porta a Santiago e lungo la Via Francigena raggiunge Roma, attira fedeli e amanti delle passeggiate all’aria aperta di tutto il mondo. Un modo interessante e originale di fare turismo, uno spunto interessante per i Comuni attraversati dalla via.
La Francigena rappresenta oggi uno dei più importanti progetti per lo sviluppo turistico dell’Italia, Paese che negli ultimi anni ha perso molto appeal a livello internazionale. Il trend dei cammini è in grado di generare importanti flussi di viaggiatori e creare una nuova vocazione legata all’accoglienza sui territori. Si tratta di un progetto inclusivo, in grado di promuovere una forma di turismo sostenibile e legato al recupero della memoria, ma anche in grado di favorire lo sviluppo delle aree limitrofe al percorso. La Francigena, inoltre, si può declinare con altre forme complementari di turismo legate alle terme, alla gastronomia e genuinità dei cibi, ai percorsi legati al romanico o abbazie medievali, alla letteratura di viaggio.
Affinché si possa concretizzare l’attesa verso un progetto di questa dimensione, serve un adeguato sviluppo delle infrastrutture al fine di rendere perfettamente fruibile i percorso a piedi, in bicicletta e a cavallo, cosi come dovranno essere messe in sicurezza tutte le tratte, creati nuovi punti tappa, ampliata l’offerta legata all’accoglienza. Questo significa mettere la Via Francigena ed i cammini al centro delle politiche nazionali, regionali e locali per la pianificazione e sviluppo strategico territoriale.
E allora, forse, sarebbe importante intraprendere uno studio approfondito del tracciato che si snoda sul territorio del Brunello e che dal tratto che da Buonconvento costeggia la provinciale fino al Castello Altesi si avvia verso Torrenieri per poi, attraverso un tratto del vecchio tracciato della Cassia, raggiungere il territorio di San Quirico d’Orcia. E forse potrebbero essere spese energie per fare di questa nuova tipologia di turismo un punto di forza del territorio in grado di dare nuovo respiro e nuova linfa a Torrenieri che, nel tracciato della Francigena, potrebbe trovare proprio il suo motivo di rinascita, la sua “Fenice”, dopo il boom legato alle sue fabbriche e l’inaridimento economico e occupazionale seguito al loro “smantellamento”.
Il percorso della Via Francigena interno al territorio comunale è senz’altro un elemento da valorizzare per il suo valore storico-religioso oltre che per il notevole flusso turistico che ne deriva.

Condividi nei social network  

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network  
news e territorio
a project by
project by Webmouse - web & communication
AGENZIA IMMOBILIARE LIVING IN VALDORCIA di Guidotti Letizia
Sede: Via Dante Alighieri, 33b - 53027 San Quirico d’Orcia (Siena) P.I. 01350360523 REA SI-140684
tel.+39 0577 899922 cel.+39 339 3674235 - Email info@livinginvaldorcia.com